COME FUNZIONA

I Colloqui si svolgono sempre di 
MARTEDI' dalle ore 12.45 alle ore 14.30, a settimane alterne, 
c/o LA SEDE DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA
 in via Teatro Ristori n. 1.



SERVIZIO DOMANDA/OFFERTA LAF E MODALITA’ DI PRENOTAZIONE DEI COLLOQUI

Il servizio DOMANDA-OFFERTA gestito dalla LAF (Libera Associazione Forense) per conto del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Verona ha la finalità di coordinare ed indirizzare le richieste provenienti dai giovani dottori e avvocati, al fine del loro collocamento all’interno di studi legali presso i quali esercitare l’attività professionale, con le esigenze degli avvocati di trovare collaboratori per i loro rispettivi studi.
A tal fine alcuni colleghi, definiti “Tutor”, incontrano mediante un colloquio i candidati per comprendere le loro richieste ed esigenze redigendo un breve profilo professionale e, al contempo, i medesimi riscontrano le domande dei colleghi alla ricerca di collaboratori, al fine di consentire il contatto tra gli stessi.

Di seguito le modalità di svolgimento del servizio.

I Tutor (2 colleghi per ciascun turno) svolgeranno il servizi per un periodo continuativo di un mese, durante il quale incontreranno i praticanti/neoavvocati e, contestualmente, risponderanno alle richieste di collaborazione provenienti dagli studi legali. Ciò al fine avere un unico soggetto che svolge il colloquio (con una diretta conoscenza del candidato) e propone il candidato allo studio legale.

Per quanto concerne le richieste di collocamento all’interno di uno studio formulate da dottori o neoavvocati il servizio viene offerto con le seguenti modalità.

Fase 1. prenotazione obbligatoria del colloquio mediante compilazione di una richiesta tramite il sito Laf Verona.
L’incaricato alla gestione del calendario del servizio risponderà alla mail inserendo il candidato nel primo turno utile o nella data richiesta se possibile.
Si precisa che potranno essere sentiti non più di quattro candidati per ciascun giorno di colloqui.

Fase 2. Colloquio tra il candidato e due colleghi “Tutor” presso la sede di via Teatro Ristori del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.
E’ necessario che al Colloquio siano presenti entrambi i Tutor.
In sede di colloquio il candidato potrà consegnare ai Tutor presenti il proprio curriculum vitae.
Si precisa altresì che non  verranno accettati candidati che si presenteranno direttamente al colloquio senza essersi prima prenotati on line.
Se nessun candidato si sarà prenotato per un determinato giorno, i Tutor tenuti al servizio per quel giorno, potranno ritenersi esentati dallo stesso.
Si ricorda che lo scopo del colloquio è quello di incontrare i candidati al fine di comprendere i loro desideri ed aspirazioni professionali, ma anche le effettive inclinazioni o le criticità in rapporto alla professione, in modo tale che il colloquio rappresenti un’occasione di confronto e riflessione più che fungere da “ufficio di collocamento”.
Si richiede ai Tutor la disponibilità di lasciare al candidato il proprio recapito, qualora il candidato desideri un ulteriore confronto successivamente.
Al Candidato non verrà comunicato il nominativo del Collega o degli Studi che avessero già formulato la domanda di collaborazione.

 

Fase 3 Per quanto concerne la ricerca di collaborazioni da parte degli avvocati, le domande dovranno essere rivolte ad uno dei Tutor di turno, così come indicato nel calendario pubblicato sul sito internet Laf ed esposto presso il Consiglio dell’Ordine. Ciò dovrà avvenire mediante contatto telefonico diretto accompagnato da fax o e-mail nella quale venga indicata la tipologia e le caratteristiche della collaborazione richiesta.
In tale sede il Tutor deve spigare al Collega come funziona il servizio e, dopo aver approfondito le esigenze del Collega, fornire il nominativo ed il recapito dei Candidati che presentino un profilo corrispondente, in tutto o in parte, alle esigenze del Collega, illustrando le caratteristiche salienti del Candidato e l’esito del colloquio .
I Tutor di turno hanno quindi il compito di tenere aggiornato un apposito elenco nel quale vengono registrate tutte le richieste di collaborazione; corredate di una descrizione dettagliata dei candidati, utili a selezionarli in caso di future richieste.
Ogni successivo contatto tra le parti verrà gestito direttamente e del tutto autonomamente. 

Alla fine di ciascun turno mensile i Tutor dovranno trasmettere l’elenco dei Candidati / Colleghi ai Tutor del turno successivo illustrando ogni circostanza utile per il buon funzionamento del servizio.

calendario-tutor-2019-2020.pdf

Vuoi maggiori informazioni? Contattaci subito!